Sir Anthony van Dyck

Nascita: 22 Marzo, 1599  - Morte: 9 Dicembre, 1641    Collocazione: Sala di Rubens

Sir Anthony van Dyck fu un artista fiammingo che divenne pittore della corte inglese. Egli è noto soprattutto come ritrattista di Carlo I d'Inghilterra (1600-1649), della sua famiglia e della sua corte, dipinti con un'eleganza distesa, che ebbe una grande diffusione nella ritrattistica inglese per i successivi 150 anni. Dipinse anche soggetti biblici e mitologici, che mostrano la sua maestria come disegnatore e come innovatore nell'acquerello e nell'incisione. 

Il suo talento fu presto evidente, ed egli studiò pittura con Hendrick van Balen (1575 – 1632) dal 1609, diventando un pittore indipendente intorno al 1615, aprendo un suo laboratorio, insieme all'amico, ancora più giovane, Jan Brueghel il Giovane (1601-1678). Già all'età di quindici anni era un artista molto abile e, nel febbraio del 1618, entrò a far parte della Corporazione dei pittori di san Luca di Anversa. Divenne assistente di Pieter Paul Rubens (1577-1640), che ebbe un'immensa influenza sul giovane artista. Rubens si riferì al diciannovenne van Dyck dicendo che era il migliore dei suoi alunni. 

Nel 1621 si spostò in Italia, dove studiò i grandi maestri, per poi recarsi a Londra. Il grande successo lo costrinse ad aprire un grande laboratorio a Londra, uno studio che divenne "praticamente una linea di produzione di ritratti". Agli Uffizi ne troviamo alcuni, tra cui: Ritratto di Jean de Monfort, L'imperatore Carlo V a cavallo, il Presunto ritratto della madre di Giusto Suttermans, Ritratto di Margherita di Lorena, duchessa d'Orlèans, Ritratto di Isabella Brandt.

(Parte del testo riprende www.wikipedia.org, disponibile in GNU Free Documentation License).

 

Vuoi vedere le opere di questo artista?

Prenota ora una visita

Le sale



Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /var/www/virtualuffizi/index.php:193 Stack trace: #0 {main} thrown in /var/www/virtualuffizi/index.php on line 193