Corridoio Vasariano

Il Corridoio Vasariano prende nome dal suo creatore, Giorgio Vasari, che lo realizzò in soli 5 mesi, nel 1565. Il granduca Cosimo I lo commissionò in occasione del matrimonio del figlio Francesco con Giovanna d’Austria. 

Si tratta di un percorso sopraelevato che unisce Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti, sede della corte, attraverso gli Uffizi e il fiume Arno, sopra Ponte Vecchio. Il suo scopo era di permettere ai membri della corte di muoversi liberamente, lontani da sguardi e pericoli, dalla propria residenza alla sede del potere politico. Il Corridoio Vasariano, inoltre, si apre sulla chiesa di Santa Felicita: da qui, la famiglia granducale poteva seguire la messa.  

All’epoca, sul Ponte Vecchio si trovava il mercato della carne, che venne spostato per fare posto agli orafi – tuttora presenti – a causa dei cattivi odori che risalivano fino al Corridoio. 

Durante la II guerra mondiale, quando i nazisti fecero saltare tutti i ponti di Firenze tranne ponte Vecchio, il Corridoio Vasariano fu l’unico passaggio nord-sud della città, sfruttato anche dai partigiani. Pare che il ponte più antico sia stato risparmiato (a differenza delle aree a esso circostanti) proprio perché Hitler rimase incantato da una visita al Corridoio. 

Oggi il Corridoio ospita la più grande collezione di autoritratti del mondo e fa parte della Galleria degli Uffizi. Le visite al Corridoio Vasariano terminano nel Giardino di Boboli, accanto alla Grotta del Buontalenti.  

 

Vuoi vedere questo museo saltando la fila?

Prenota ora

Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function mysql_close() in /var/www/virtualuffizi/index.php:193 Stack trace: #0 {main} thrown in /var/www/virtualuffizi/index.php on line 193